Home | Privacy  | Modalità d'uso  | Link consigliati

Questo sito Web utilizza il software Macromedia®FlashTM. La versione in uso di Macromedia Flash Player non è aggiornata e non può riprodurre il contenuto creato.

Scaricare e installare la versione più recente? L'operazione richiede pochi minuti.
 Perugia
 Gubbio
 Todi
 Orvieto
 Montefalco
 Spoleto
 Cascia
 Norcia
 Torgiano
 Spello
 Trevi
 Volare ad Assisi
 Scopri l'Umbria in Spider
 Assisi in Bicicletta
 Visite Guidate
 Cascate delle Marmore
 Santuario La Verna
 Grotte di Frasassi
 Previsioni meteo Assisi
 Previsioni Meteo
 Assisi Web Cam
 Cucina Umbra
 Piatti Tipici
 Ristoranti Consigliati
 La Strada dell'Olio
 La Strada del Sagrantino
 Parco dei Monti Sibillini
 Parco del Trasimeno
 Parco Fluviale del Tevere
 Parco del Monte Cucco
 Parco del Monte Subasio
 Parco di Colfiorito
 Assisi Channel
 Teatro Lyrick
 Unesco Assisi
 La Mattonata di Assisi
 Assisi Endurance
 Il Cammino di Assisi
 Assisi Second Life

STRUTTURE CONSIGLIATE DA HOTELASSISI.COM
   

     
 
    San Benedetto  

Incerta è la data di fondazione dell’abbazia; la notizia più antica risale al 1051 quando compare alle dipendenze della potente abbazia laziale di Farfa. La ricchezza del centro monastico raggiunse il suo apogeo nel sec. XIII, quando da esso dipendevano un ospedale, dieci chiese e ventitre cappelle nel territorio tra Assisi e Foligno.

Alla fine del sec. XIV, il monastero venne abbandonato dai monaci e divenne rifugio, per la sua posizione strategica, dei fuoriusciti cittadini capitanati dalla famiglia Fiumi. Nel 1391 l’abbazia fu espugnata dalle truppe perugine, alleate ai Nepis. Nel 1399 fu “scarcata” dal Comune di Assisi per liberarsi dal flagello dei ribelli. Nel 1405 l’abbazia venne data in commenda, e così rimase fino al 1834 quando passò alla Congregazione di Propaganda.

Con la soppressione dei beni ecclesiastici nel 1860 passò in mani private, e fu riacquistata dai benedettini di S. Pietro nel 1945, che provvidero al restauro con il contributo dello Stato italiano.
Del complesso abbaziale restano i ruderi delle mura perimetrali. La chiesa risale alla seconda metà del sec. XI. Ha una pianta a croce egizia, con l’unica navata priva di copertura, presbiterio rialzato ed una cripta divisa in cinque navatelle da otto colonne con capitelli a fogliami. In un altro corpo del complesso c’è una cripta più antica, forse del sec. VII o dell’VIII, sorretta da tre colonne, analoga a quella di S. Silvestro di Collepino sul Monte Subasio, testimonianza di un più antico insediamento.

Testi Gentilmente offerti da: Editrice Minerva Assisi

 
     
 Assisi
 Come raggiungere Assisi
 Storia di Assisi
 La città di Assisi
 San Francesco
 La vita di San Francesco
 La Regola
 Cantico delle Creature
 Spititualità Francescana
 Le Chiese di Assisi
 Basilica di San Francesco
 Basilica di Santa Chiara
 Cattedrale di San Rufino
 Santa Maria degli Angeli
 San Damiano
 Eremo delle Carceri
 Abbazia di San Pietro
 Santuario di Rivotorto
 Chiesa Nuova
 Santo Stefano
 San Benedetto
 Sant' Antonio
 Sant' Apollinare
 San Giacomo
 San Lorenzo
 Santa Maria delle Rose
 Santa Maria Maggiore
 I Monumenti di Assisi
 Piazza del Comune
 Torre del Popolo
 Tempio della Minerva
 Anfiteatro Romano
 Palazzo Capitano del Popolo
 Rocca Maggiore
 Fonte Piazza del Comune
 Rocca Minore
 La Festa del Calendimaggio
 Micrologus
 Assisi in Festa
 Sbandieratori
 Balestrieri
 Gruppo Danza Medievale
 Partners HotelAssisi
 Scambio link
 Link Amici
 Parcheggio di Mojano
 Guide in Umbria
 Autonoleggio Assisi
 Acquazzurra
 Le Piccole Cose